Palermo Capitale della Cultura 2018
Ritratto di Alessandra Salerno, cantante, compositrice e stilista.

Una voce giovane tra passato e futuro, Alessandra Salerno propone una musica avvolgente, tutta da ascoltare.

A soli 8 anni debutta al Teatro Biondo; canti d’autore e vecchie canzoni di Rosa Balistreri, questa è stata la sua culla. Poi gli studi di musica, gli anni passati in un coro gospel, e il completamento dell’altra passione con la laurea in fashion design con il massimo dei voti e la lode all’accademia di belle arti. Da qui cresce un’artista sensibile e curiosa che unisce le sue arti prediligendone una, “il sacro fuoco” la musica, che la porta in giro per i club e le piazze prima e al talent show internazionale ”The voice of Italy” 2015 poi , divenendone la vincitrice morale con un successo di pubblico e web da milioni di click. Con il suo raro strumento, l’autoharp di cui oggi è endorser per la più prestigiosa azienda americana del mondo, e da un background di folk, blues, gospel, jazz, nasce una commistione di generi che si fonde in uno stile unico, riconoscibile in un sound che potremmo definire alternative\ elettro folk\ pop .

Voce per la soundtrack list della fiction televisiva italiana “Amore pensaci tu” nel 2016, impegnata nel sociale, Amnesty International la sceglie per lo spettacolo dell’assemblea nazionale del 2017, anno che vede il suo debutto come attrice nello spettacolo teatrale “Shakespeare in Brexit” nel doppio ruolo di Giullare e Ophelia ; calca i teatri di pietra, collabora con l’orchestra stabile del Teatro Massimo di Palermo e l’orchestra jazz siciliana.
Nel 2017 si trasferisce a New York per un lungo periodo, dove porta avanti la sua musica. Dal 42 esimo Gran Galá della NIAF (National Italian American Fountation) come special guest, alla NYU-New York University Casa Zerilli Marimó, ai loft newyorkesi. La tv nazionale americana e il documentario musicale dedicato a lei sul canale 25NYCity Life.
Nello stesso anno firma la direzione artistica e la regia di “Panormus Music Circus”, lo spettacolo della notte di Capodanno a Piazza Politeama/Castelnuovo con ospite Edoardo Bennato.
Si riconferma nel 2018 nel ruolo bivalente di attrice cantante interpretando “l’angolo” per “R” Patrona, lo spettacolo, definito dai critici , “un colossal” su Santa Rosalia per il quale scrive uno dei brani principali di tutto lo spettacolo.
Dopo il 2017 si riconferma anche nel 2018 alla corte di Google Camp.

 

© ph Mario Virga