Ritratto di Laura Anello

 

Siciliana di scoglio e di mare aperto insieme, Laura Anello, 49 anni, è il presidente dell’associazione Le Vie dei Tesori, che organizza a Palermo uno dei più grandi Festival italiani dedicati alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale. Il Festival, che nel 2017 ha richiamato 300 mila visitatori in 15 giorni, si è esteso a altre città siciliane e nel 2018 darà vita a un progetto di turismo culturale ed esperienziale in collaborazione con I Viaggi dell’Elefante.

Giornalista professionista, è direttore di Gattopardo (mensile del Giornale di Sicilia e della Gazzetta del Sud), magazine che racconta la Sicilia che cresce. La Sicilia delle eccellenze e della bellezza, la Sicilia dei giovani che non si arrendono, la Sicilia che si sbraccia e fa da sé.

Collaboratrice del quotidiano La Stampa, nel 2015 ha ricevuto la Targa speciale del Premio Cutuli. La Stampa le ha attribuito per quattro volte il Premio Igor Man.

Per oltre dieci anni è stata consulente per la Comunicazione istituzionale dell’Università di Palermo progettando campagne di comunicazione e ideando progetti culturali, per tre anni è stata responsabile delle relazioni con la stampa del Teatro Massimo. Laureata in Lettere classiche, master in Giornalismo all’Ifg di Urbino, è autrice di due libri: “Amore di madre”, dedicato alla storia del fisico nucleare catanese disabile Fulvio Frisone (Il Pozzo di Giacobbe editore) e “L’altra storia”, raccolta di testimonianze inedite dei familiari delle vittime delle stragi di Capaci e via D’Amelio (Sperling & Kupfer).

 

©ph mario virga